Proponici ad un amico!
Scarica e stampa il nostro depliant!
depliant agriturismo monterosso
Iscrizione newsletter

Turismo in Liguria

Opportunità

Dove

Nel cuore del Parco Naturale Regionale del Monte Beigua 130 ettari di natura incontaminata fanno da cornice a un'Azienda che si distingue nel panorama degli agriturismi liguri per la peculiarità delle sue offerte: pic nic, campeggi, bivacchi itineranti, in due parole "turismo verde".

Opportunità

Siamo in Val Gargassa, dove l'omonimo rio ha eroso le rocce creando spettacolari canyon e forre visitabili seguendo il percorso attrezzato denominato "Sentiero Natura". Per i più tranquilli la zona propone rilassanti passeggiate lungo piste forestali o rinfrescanti bagni lungo i corsi dei torrenti Gargassa e Gargassino.

Musei locali

Nella vicina Campo Ligure è possibile visitare il "Museo della filigrana" dove sono esposti gli oggetti più prestigiosi e preziosi realizzati dai maestri Campasi, mentre a Masone si segnala il "Museo Civico Andrea Tubino", in cui sono esposti utensili e prodotti dell'artigianato locale.

Cose da fare in zona e itinerari turistici

Per coloro che amano unire turismo e cultura i dintorni delle Valli Stura e Gargassaoffrono interessanti itinerari artistici nei tre comuni che li contengono: Masone, Campoligure e Rossiglione.

A Masone degno di nota è il Convento Agostiniano, del XVI secolo, con il suo antico oratoriodove viene ospitato il “Museo Civico Andrea Tubino” contenentereperti e manufatti delle attività lavorative del passato.

A Campoligure merita una visita l’antico Castello degli Spinola, che risale al VII secolo, ma ancheil Museo della Filigrana, unico centro nazionale della filigrana, sia d’oro che d’argento.

A Rossiglione si può visitare la Chiesa parrocchiale di N. S. Assunta, la cui costruzione risale al XII secolo. Essa contiene due opere lignee dello stesso periodo che sono “L’Assunta” di F. Parodi e “Il transito di S. Giuseppe” di Montecucco di Gavi.

Si può inoltre raggiungere Tiglieto, distante appena 7 Km ,che ospita la famosa Badia, un monastero che i monaci cistercensi costruirono nel 1120 .

Un itinerario turistico-naturalistico è l’alta Via dei Monti Liguri che può essere percorsa o raggiungendo il passo del Faiallo proseguendo da Tiglieto verso l’Acquabianca, o verso Pianpaludo attraverso i faggeti del Monte Beigua fino a raggiungere Pratorotondo che è appunto una stazione dell’Alta Via dei Monti Liguri. Da qui si può quindi proseguire per una magnifica passeggiata sulla cresta dell’appennino ligure da dove si arriva a vedere il mare.

A piedi il percorso più facile e più comodo da raggiungere, è quello di percorrere l’anello della Valle Gargassa. Questo anello si incontra già all’interno dell’azienda da dove passa il “Sentiero natura”. Seguendo il sentiero, si risale tutto il Rio Gargassa, lungo il quale si può osservare il famoso Gran Canyon con i suoi conglomerati rocciosi che hanno reso questo posto un sito geologico di importanza internazionale. Questi conglomerati che compongono le rocce non sono altro che fondali di un oceano scomparso più di 150 milioni di anni fa , offrendo un paesaggio naturale che mostra le stratificazioni con le formidabili tensioni che hanno portato alla formazioni dei continenti e delle montagne.